Fotografia di matrimonio: la potenza delle emozioni

2
2352

(di Raffaella Maffei) – Collephoto è un team di professionisti specializzati in fotografia e video di matrimonio, selezionati e formati dal fotografo Alessandro Colle. Nel 2014 incluso dalla community MyWed di Canon all’undicesimo posto tra i migliori fotografi di matrimoni professionisti del mondo. E nel 2015 tra i 10 migliori fotografi dell’associazione nazionale fotografi matrimonialisti. La sede di Collephoto è in Toscana, ma catturano le emozioni e le storie di sposi in tutta Italia, Inghilterra, Francia, Stati Uniti, Polonia. “Ho abbandonato le sfocature forti e le immagini complesse, per concentrarmi sulla potenza delle emozioni”, così Alessandro Colle si racconta a noi di Fables. Chiaro, ironico e appassionato, come le sue foto.
Le 5 situazioni che complicano il lavoro del fotografo.
Cinque… in genere cerchiamo di adattarci alle realtà che troviamo, ma possono complicare la vita: le ZTL se non abbiamo il pass; un trucco sposa fatto male; i matrimoni in cui ci sono 2 ore di trasferimento tra chiesa e location; le location che mettono il fotografo al tavolo con gli invitati e non sappiamo dove appoggiare le macchine fotografiche; trovarsi un cameraman non del nostro staff al matrimonio.
E tutti i fotografi amatoriali armati di cellulari e tablet non ti infastidiscono?
No anzi, spesso do loro qualche consiglio. Ma non ci sono solo quelli con i cellulari, anzi spesso ci sono parenti con attrezzatura pari alla mia, ma non è quello il problema: sono un fotografo per le foto che tiro fuori, non per l’attrezzatura che ho. Proprio in questi giorni mi è capitato di sentire il racconto di un fotoamatore che diceva di aver fatto le foto al matrimonio di un amico e di essere stato fortunato perché, finita la scheda da 8 giga, aveva avuto la possibilità di scaricare i file nel pc di un amico. Non gli ho chiesto quanti scatti avesse perso, nel momento in cui andava a scaricare le foto, o quante emozioni di quel giorno non avesse catturato per risparmiare gli scatti della sua preziosa scheda da 8 giga, ma ho considerato che non lo avrei mai preso come assistente.
Fotografia di matrimonio, quali le novità?
La fotografia di matrimonio è cresciuta molto negli ultimi anni. I fotografi italiani hanno espresso delle grandi eccellenze a livello mondiale ed è evidente in tutti i maggiori contest internazionali. A mio avviso, di nuovo ci sarà un ritorno al passato con una foto più posata dopo anni di reportage.
Ma spesso si va di fretta o si diventa insofferenti, come accontenti chi non ama stare tanto tempo davanti all’obiettivo e preferisce godersi la festa?
Personalmente prediligo lo stile non posato, cerco di stare un passo indietro e di cogliere la naturalezza dei gesti degli sposi, sono così belli i loro occhi quando sorridono innamorati: mi concentro sugli istanti, i gesti spontanei, i momenti di tenerezza e le risate naturali.
Quanto conta l’empatia, il feeling, per un buon servizio fotografico…
È fondamentale, se con una coppia non si crea la giusta sintonia è difficile lavorarci. Non riuscirei a dare loro tutto ciò che meritano, per questa ragione a volte dico di non essere il fotografo giusto.
Qual è il tuo stile, il risultato finale descritto attraverso pochi dettagli e aggettivi?
È davvero difficile definire un proprio stile, personalmente non credo di averne uno, cerco di creare belle immagini che facciano piacere ai miei clienti. Le foto di un album di matrimonio sono la chiave per aprire la porta dei ricordi, perciò preferisco lo stile descrittivo, un linguaggio semplice e mai astratto, che permetta di vedere bene quello che è successo in quel giorno.
Meglio le foto in bianco e nero o quelle a colori?
Dipende. Il Bianco e nero aiuta quando ci sono troppi colori che possono distrarre dal messaggio principale dell’immagine.
Vendi un pacchetto standard? Il servizio fotografico prematrimoniale quanto è importante?
Abbiamo un pacchetto che comprende un servizio a 2 fotografi, per il resto ogni coppia ha esigenze diverse e si analizzano di volta in volta. Il servizio prematrimoniale nel centro nord è meno diffuso, ne faccio circa 3 l’anno.
Le parole che vorresti dire agli sposi…
Gli dico sempre tutto, richiedo sempre ai miei sposi un incontro di almeno due ore prima del servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.