LA VALLATA DEI VINI SANNITI
Hot News
Home » FEAUTERED » LA VALLATA DEI VINI SANNITI

LA VALLATA DEI VINI SANNITI

Benvenuti nel Sannio beneventano. Colline dolcissime fanno sembrare questo territorio idilliaco un luogo fuori dal tempo. Qui, dove la natura convive con una forte tradizione enologica, prende vita oltre il 50% della produzione DEI vini della Campania, l’80% della Falanghina. Noi siamo arrivati nel paese di Guardia Sanframondi, per visitare le Cantine Foschini, immerse in un suggestivo borgo medievale. I muri trasudano ancora l’odore del pane, sfornato ai tempi della seconda guerra mondiale e quello delle olive appena frante, una delle antiche attività del paese, che Foschini non ha abbandonato. Da 500 ulivi ricava un pregiato olio extravergine, grazie alla raccolta in cassetta e alla molitura che avviene nell’arco massimo di 24 ore. “Il percorso naturale dell’uva è diventare aceto, è l’uomo che gli permette di diventare vino – ci racconta Amedeo Foschini – e avere fino a cent’anni di affinamento. Noi teniamo molto al concetto di sostenibilità: non concimiamo, non fresiamo, non innaffiamo, tutte attività rivolte all’aumento della produzione. La lavorazione è quella tradizionale, risalente ai tempi della dominazione spagnola – aggiunge il titolare dell’azienda (www.facebook.com/Cantine.Foschini) -. Produciamo vini eleganti, fini, salutari. I nostri bianchi hanno la metà dei solfiti stabiliti per legge. Offriamo qualità a un prezzo ragionevole, per un bere sano quotidiano”. Familiare è l’aggettivo che ricorre più spesso nella nostra testa mentre visitiamo questa azienda, i cui quattro ettari di vigneti ricadono nelle zone del Doc Guardiolo e del Doc Solopaca, 20.000 bottiglie prodotte all’anno di vini selezionati. Senza alcun processo industriale, ma con un attento lavoro di ricerca, la famiglia Foschini – un secolo di storia alle spalle nel comparto vitivinicolo – ha ottenuto risultati più che soddisfacenti sui vigneti della Falanghina e dell’Aglianico, ma anche sugli altri vitigni. Nel cuore della cantina, affinano in botte i vini a denominazione di origine Sannio Aglianico Dop e Sannio Rosso Dop, oltre il Sangiovese, il Trebbiano Toscano, la Malvasia di Candia, il Montepulciano, l’Agostinella a bacca bianca e l’uva Longa a bacca rossa. La Falanghina del Sannio, autentica star del territorio, matura in acciaio e affina in bottiglia. Non mancano le bollicine: uno spumante brut a base di Falanghina, realizzato con metodo charmat lungo. “Solo le passioni permettono di andare avanti – commenta Foschini – e noi, ogni anno, raccogliamo un nuovo prodotto e proviamo a renderlo il più longevo possibile”.