Rust mania: il color ruggine per il matrimonio industrial chic

Lasciatevi travolgere dai trend o approfittatene quando seguono i vostri gusti. Se il vostro colore preferito è il ruggine, fissate la data delle nozze entro quest’anno, perché la rust mania ci travolgerà.

Ha già contagiato gli instagrammers, che hanno pubblicato circa 3 milioni di post con #rust e #rusty. Al mood è stato dato il nome rust belt, tradotto cintura di ruggine, che fa riferimento ai vecchi Stati americani industrializzati, ora in declino, fonte d’ispirazione per questo trend.

Il color ruggine è l’ispirazione giusta per un matrimonio industrial chic, glam e senza tempo. Un colore passe-partout che avvolge con sobria eleganza unghie, capelli, abiti, accessori, home design e architettura.

È un classico degli anni ’70, non c’è guardaroba che all’epoca non abbia accolto uno o più capi in questo tono. Per il 2019 è stato declinato in tutte le possibili nuance, che spaziano dall’arancione al marrone, dal rosa carico al rosso, prugna e vinaccia. Più vivace del nero e del grigio e più versatile del marrone, sta bene alle more, alle bionde e soprattutto alle rosse.

Il color ruggine spopola sulle passerelle di tutto il mondo e il motivo è semplice: si sposa sia con i colori scuri, sia con le tinte pastello. Scalda sia il guardaroba maschile, sia quello femminile. Gonne morbide, colletti vintage, trench e cappotti, ma anche cinture e cravatte si ricoprono di ruggine, dando vita a un bouquet di sfumature luminose e avvolgenti.

Rust mania - Ryan Gosling
Rust mania – Ryan Gosling

Non solo capi e accessori, il color ruggine a un matrimonio si può portare anche sulle unghie, per una manicure curata ed elegante, sulle labbra, per un sorriso seducente, e sui capelli.

Si chiama midlight red, la tinta inventata dal colorista di Los Angeles Matt Rez, creando degli highlight di luce sul rosso/ruggine. Da Emma Stone a Dakota Johnson, da Sofia Richie a Ryan Gosling, la rust mania ha influenzato anche il look delle celebrities.

Color ruggine per outfit da matrimonio industrial chic

Se avete negli armadi capi color ruggine, è il momento di recuperarli per il prossimo matrimonio industrial chic. Sempre che abbiano superato la furia black e fluo degli anni ’80, l’usura del tempo e l’addio sentimentale, sull’impeto della lettura del libro di Marie Kondo. La tendenza è confermata dal The Guardian, che elegge must have del guardaroba maschile il marrone, in tutte le sue sfumature. D’accordo anche Forbes che predilige le tonalità dal cammello classico alle sfumature del ruggine, per interpretare non solo i look più classici ma anche le creazioni più eccentriche. Il The Sun elegge le sfumature del ruggine tra i colori che non possono mancare nell’armadio.

pattern color ruggine
pattern color ruggine

Per valorizzare il color rust dimenticate la regola “don’t wear black and brown together”, precisa il The Times, perché il nero e il rust sono un abbinamento semplice e molto chic. Inoltre il ruggine, sempre secondo il quotidiano internazionale, si sposa perfettamente con i tessuti lussuosi come la seta e il velluto.

Per alcune fashion blogger gli accostamenti perfetti sono con il blu, petrolio e senape. Secondo altre regala il meglio di sé con il rosa, il rosso fuoco e le tinte boschive o addirittura acide come il verde e il lime. Mentre per un risultato più ricercato e glam, sono perfette le nuance classiche come il panna, il nocciola e il nero.

Una cravatta o un papillon color ruggine per il matrimonio industrial chic, sono perfette per uno sposo in equilibrio tra l’anima retrò e lo stile moderno. Per un look elegante, una cravatta in seta lucida color ruggine, con un abito blu scuro. Mentre, per uno stile più casual è preferibile una cravatta rust in garza di seta o in lana, più autunnale, da accostare a una giacca sui toni del verde.

Location e allestimenti color ruggine per matrimonio in stile industrial chic

Interni color ruggine per matrimoni industrial chic
Interni color ruggine per matrimoni industrial chic

Il color ruggine interpreta perfettamente gli influssi anni ’70, che dominano l’universo fashion alla vigilia del 2020. Ma se questo vale per la moda e le sue infinite sfaccettature, lo stesso si può dire per il design, capace di creare originali e suggestive commistioni fra passato e presente.

Nell’arredamento è amato perché dona un’elegante finitura ossidata a superfici e oggetti. Pertanto, cercate location con imbottiti e poltrone in questi toni, ma anche pavimenti, pareti e superfici. Regalano atmosfere calde e accoglienti, grazie a un mix di sfumature vulcaniche che illuminano l’ambiente.

iris color ruggine
iris color ruggine

Solitamente vista come una minaccia, la ruggine dona fascino e un’aura vintage anche all’architettura contemporanea. Conferisce una nota morbida a edifici dal sapore industriale.

Perciò cercate queste caratteristiche nella location che sceglierete. Per gli allestimenti prediligete metallo e vetro, e abbinate il color ruggine al turchese, per ottenere un effetto davvero wow! Sappiate che l’unico fiore di questo colore è l’iris, ma si può ovviare con altri nelle sfumature dell’amaranto o dell’arancione.

Cibo color ruggine al matrimonio industrial chic

rusty nail cocktail
rusty nail cocktail

La ruggine è protagonista anche in cucina, evocata non solo nei colori ma anche nei sapori. Come ritrovare il color ruggine, nel menù di un matrimonio industrial chic? C’è la pasta alla ruggine, che deve il suo nome al tipico colore che assume mescolandola a pesto, salsa di pomodoro e panna.

Il rusty nail, tradotto chiodo arrugginito, un cocktail dalla gradazione alcolica molto alta, adatto a chi ama il sapore caldo e avvolgente del whisky scozzese. Ultima frontiera è il kombucha, bevanda a base di tè nero o verde dolcificato, fermentato e aromatizzato con limone e zenzero, dal tipico colore rust.

Raffaella Maffei
Sono una wedding-addicted. Coltivo la mia passione per la scrittura e il giornalismo, da quando ho imparato a scrivere le vocali. Ho collaborato con numerosi quotidiani e riviste nazionali e locali, testate online e con alcune trasmissioni di La7, Rai e Mediaset. Ho lavorato come ghostwriter e per il cinema. Porto addosso le storie raccolte durante gli anni in cui mi occupavo del welfare italiano, il terzo settore, dove i sogni e i desideri sono rivolti solo alla sopravvivenza. Poi, ho conosciuto coppie di novelli sposi anche nei campi profughi... Amor omnia vincit!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.