Come organizzare un matrimonio low-cost

Risparmio è la parola d’ordine in questo particolare momento storico che stiamo vivendo, anche nel settore wedding. Se quindi ti stai chiedendo come organizzare un matrimonio low-cost, sei nel posto giusto. Coniugare risparmio e qualità è possibile, basta fare scelte più oculate e mirate.

Questo non significa organizzare una cerimonia striminzita, ma sicuramente è opportuno evitare spese folli che, nella maggior parte dei casi, determinano sprechi inutili. In questo articolo ti fornisco utili consigli per risparmiare analizzando:

  • scelta della data e della location;
  • buffet e menu;
  • numero di invitati;
  • abito della sposa;
  • addobbi floreali e partecipazioni;
  • fotografo.

Come organizzare un matrimonio low-cost: quando e dove sposarsi?

Il sabato e la domenica sono i giorni più gettonati per sposarsi, poiché giorni festivi che non impegnano eccessivamente gli invitati. Proprio per questo motivo sono però anche i più costosi.

Ti consiglio quindi di scegliere un giorno infrasettimanale, ottenendo così un importante risparmio. In fondo ci si sposa una volta sola, quindi i partecipanti possono fare un piccolo sacrificio.

Per quanto riguarda la location, hotel importanti e ville sono la scelta perfetta per un matrimonio di gran classe. Anche in questo caso però devi attingere un bel po’ dal tuo budget.

Per risparmiare puoi quindi scegliere agriturismi e B&B, che tra l’altro ti offrono un menu a km 0. In tal caso puoi optare per un matrimonio dallo stile rustico e “green”.

Menu a buffet? Perché no!

Siamo abituati a matrimoni dove ogni ospite si siede ad un tavolo ed i camerieri portano di volta in volta le varie portate. In questi casi si produce però un notevole spreco di cibo.

Cerchi una soluzione più economica capace di ridurre lo spreco di cibo? Allora scegli il menu a buffet. Ogni ospite può scegliere le pietanze che preferisce, incontrando anche i bisogni delle persone vegane o che magari hanno qualche intolleranza alimentare.

Quante persone invitare?

Selezionare il numero di invitati non è mai stato particolarmente semplice, inoltre in questo periodo bisogna fare i conti con le restrizioni relative al Covid-19.

Ti consiglio quindi di restringere gli inviti solo ai parenti più stretti, per quanto riguarda il pranzo, per poi invitare gli amici in seconda serata.

In questo modo la lista di invitati risulta piuttosto corta, così da poter predisporre al meglio i tavoli. Gli amici ed i parenti più alla lontana possono comunque “onorarti” nel giorno delle nozze, sopraggiungendo in un secondo momento.

In questo modo eviterai “incidenti” diplomatici e tutti saranno soddisfatti, senza musi lunghi, gelosie o invidie.

Abito della sposa: idee intelligenti per risparmiare

Ogni donna desidera sposarsi con l’abito che ha sempre sognato da bambina, quindi questo è un argomento un po’ più “scottante”.

Tuttavia, se il tuo budget è ristretto, ti consiglio di acquistare abiti delle passate collezioni che costano meno. Tra questi troverai sicuramente l’abito dei tuoi sogni, riportanti la firma di importanti brand.

Un’altra tendenza prevede invece l’utilizzo dell’abito da sposa della mamma, magari con piccoli aggiusti per renderlo più moderno secondo il tuo stile preferito.

Come organizzare un matrimonio low-cost e risparmiare su addobbi e partecipazioni

Gli addobbi floreali rappresentano uno dei maggiori sprechi in un matrimonio. Nulla da dire sul loro impatto estetico, ma tieni presente che avranno vita molto breve: un giorno. Non scegliere fiori troppo complicati da trovare, punta piuttosto su fiori di stagione facilmente reperibili.

Puoi risparmiare un bel po’ di soldi anche sulle partecipazioni. Piuttosto che inviare gli inviti cartacei, che costano tanto e generano un notevole spreco di materiali, puoi creare un sito apposito, affidandoti ad un’azienda professionale. Puoi così inviare i tuoi inviti tramite email, sfruttando il portale per inserire tutte le informazioni utili per gli ospiti.

Fotografo sì o fotografo no?

L’album del matrimonio è un “must” al quale è difficile rinunciare. Puoi comunque risparmiare chiedendo magari al fotografo un servizio base, ed affidando a parenti ed amici il compito di fare altri scatti tra i quali reperire quelli più belli e significativi. Resterai sorpresa della qualità delle foto amatoriali, che spesso ritraggono ed immortalano momenti spontanei e dal grande impatto emotivo, che neanche un professionista riesce a catturare.

Fonte foto: Pixabay

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.