Cuba: riflessi di luce e dolci sorrisi

Ricca di storia, fascino, cultura, racchiusa tra l’ Oceano Atlantico e il Mare dei Caraibi, Cuba potrebbe rivelarsi la meta perfetta per la luna di miele. Con i suoi 5.700 chilometri di costa e 330 giorni di sole l’anno è un insieme di fascino e contraddizioni, un paese orgoglioso, una terra lambita dal mare, spettinata dal vento; dove l’odore di sigari si mescola al sapore del rum; dove la gente sorride al viaggiatore al suono della salsa. Prima tappa: Havana, con i suoi contrasti di luce, le chiese, i monumenti, le piazze assopite al caldo sole dei Caraibi. Esplorate le strette vie del centro, i palazzi d’epoca coloniale, concedetevi una visita al Campidoglio e alla mitica Plaza della Revolucion. Per sorseggiare un caffè o sperimentare la canchanchara, il tipico cocktail a base di acquavite, miele e limone, prendete fiato a Bodeguita del Medio, dove campeggia la scritta ‘My mojito in La Bodeguita, my daiquiri in El Floridita’, frase pronunciata da Hemingway, habitué del posto.
Noleggiate un auto, guidate lentamente sul pittoresco lungomare Malecon, uscite dalla città e dirigetevi a ovest, verso Pinar del Rio, famosa per le sue riserve naturali e le piantagioni di tabacco, dove nascono i migliori sigari del mondo. Risalite a bordo e proseguite il viaggio, dirigendovi a sud fino a Trinidad, perla di epoca coloniale, con case colorate e le strette vie del centro storico dichiarate patrimonio dell’umanità, sospesa tra il caldo Mar dei Caraibi e le aspre montagne dell’ Escambray. Spingendovi ancora più a sud arriverete a Santiago, nota per la sua vivacità culturale e culla del son e del bolero latino americano.
Festival variopinti, come il celebre carnevale e la fiesta del fuego, sono la vetrina del fantastico senso del ritmo e del ballo tipici di Cuba. Risalendo l’isola sulla costa orientale, imbarcatevi per l’arcipelago del Jardin del Rey, immortalato da Hemingway in Isole nella corrente. Fenicotteri rosa, sabbia dorata e acqua turchese fanno di questo luogo l’angolo perfetto in cui rifugiarsi per una vacanza all’insegna della natura. Immergetevi nella barriera corallina, resterete ammaliati dai colori dei fondali e dalla varietà di pesci esotici che incontrerete. Giunto il momento di tornare a casa, vi avvolgerà una dolce malinconia, un rimpianto disarmante, come il sorriso delle sue ragazze, come i riflessi di luce che illuminano i palazzi decadenti di Havana al tramonto, prima di spegnersi nelle sue acque cristalline.
[wonderplugin_gallery id=”112″]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.