Luna di miele a Gerusalemme, tra fascino e cultura

Con la riapertura di diversi luoghi di interesse, anche Gerusalemme ritorna ad offrire la possibilità ai neo sposi di trascorrere sul territorio la propria luna di miele e visitare i suoi straordinari siti.

Ad oggi, la città risulta  essere la terza destinazione più sicura al mondo a seguito della crisi aperta dalla diffusione del COVID-19; in più, è stata scelta da TripAdvisor come la quarta destinazione turistica più promettente al mondo.

Famosa per la sua storia millenaria, Gerusalemme è emersa anche come destinazione di grandissima importanza dal punto di vista culinario, riuscendo ad essere collocata nel 2017 come una delle 50 migliori location al mondo scelte per viaggiare con questa finalità e una delle 10 città più consigliate in assoluto.

Inoltre, sia Harper’s Bazaar che Conde Nast Traveler inseriscono gli hotel di lusso di Gerusalemme nelle loro liste.

Ora la città sta aspettando che i turisti ritornino a fruire delle sue bellezze: tutte le esperienze sono disponibili secondo le vigenti norme stabilite dal Ministero della Salute al fine di garantire che i turisti di Gerusalemme si sentano sicuri e ovunque a proprio agio.

“Gerusalemme si sta preparando and accogliere nuovamente i turisti provenienti da tutto il mondo. Un viaggio in Israele rappresenta spesso un sogno per migliaia di persone desiderore di conoscere la Terra dove tutto ha avuto inizio e Gerusalemme costituire il diamante delle bellezze di Israele, irrinunciabile, affascinante, in un percorso di viaggio che si snoda dentro e fuori ciascun visitatore” ha dichiarato Avital Kotzer Adari, direttore dell’Ufficio Nazionale Israeliano del Turismo.

Hotel

Ad oggi sei hotel sono già aperti: Alegra, Waldorf Astoria, Leonardo Plaza, Post-Hostel, Prima Kings e Arthur per un totale di 762 camere.

Questo significa che già oggi sono disponibili alloggi di tutti i tipi: ostelli, hotel di lusso, hotel boutique.

Questa settimana dovrebbero aprire altri due hotel come Inbal e Ramat-Rahel, mentre durante il mese di luglio è prevista la riapertura di altri sei hotel, tra cui Mamilla, David Citadel, Orient, King David, Leonardo e Abraham per un totale di 1516 camere.

Ad agosto altri 5 hotel si uniranno al gruppo: Ibis, Dan Gerusalemme, Olive’s tree e Herbert Samuel per un totale di 1171 camere, il che significa che in estate quasi 4000 camere di tutti i tipi saranno disponibili a Gerusalemme.

Ristoranti

Circa tre settimane fa, i ristoranti sono stati nuovamente aperti al pubblico, pur mantenendo le restrizioni imposte dalle regole COVID-19.

Insieme alla maggior parte dei ristoranti di questo gioiello culinario che è Gerusalemme ha riaperto anche il suggestivo mercato Mahane Yehuda, un vero paradiso per la sua offerta di cibo.

Tra le regole relative al distanziamento possiamo trovare la presenza contemporanea di non oltre 100 clienti, mentre i ristoranti con una disponibilità superiore avranno una percentuale di occupazione dell’85% mantenendo tra i tavoli una distanza di 1,5 metri.

Sarà oltremodo consigliato prenotare in anticipo così da verificare l’effettiva disponibilità nel rispetto della normativa attuale e delle regole di igienizzazione previste.

Musei e Attrazioni

Tanto per i musei quanto per le attrazioni in generale sarà possibile effettuare prenotazione e pagamenti in anticipo.

Alcune attrazioni all’aperto sono già disponibili, tra cui la suggestiva Colonia degli Artisti.

Tutte le gallerie sono aperte, così come la passeggiata lungo le mura, il Zedekiah’s tunnels, l’anfiteatro Givat Ram e l’Ammunition Hill.

La Biblioteca nazionale, lo Zoo biblico e l’Acquario sono aperti con  richiesta di prenotazione anticipata, così come la Valle delle Gazelle, i Giardini Botanici, i quartieri di Ein Karem e Yamin Moshe (incluso il celeberrimo mulino) e tutta l’area della First Station insieme all’Hansen House.

Tra i musei e i siti archeologici aperti torviamo la città di Davide e le passeggiate dell’area esterna e tutte le aree all’aperto, la Torre di Davide con il suo celeberrimo spettacolo di suoni e luci e persino una nuova mostra, il Tunnel del muro occidentale e, naturalmente, il Muro (Qotel) il museo Hertzel, il Museo di arte islamica, il Museo della Musica, il Museo della Natura e il Museo del Sionismo.

Gerusalemme si prepara poi per i sui prossimi eventi internazionali

La “cucina” del Wohl Rose Park è tornata in attività, tutti i giorni fino alle 17:00 e giovedì fino a mezzanotte con appuntamenti diversi.

Lo yoga a Guy-Ben-Hinom ha luogo per esempio ogni venerdì, il food truck a Guy-Ben-Hinom sarà aperto a partire da luglio ogni settimana da martedì a giovedì mentre il festival di Opera Lirica di Gerusalemme si terrà dal 06 luglio al 02 agosto.

A luglio avranno luogo anche il Festival d’rte di Gerusalemme, il Beer-Garden alla prima stazione e il famoso festival del cinema, che avrà luogo come di consueto alla fine di agosto, tra il 20 e il 30 agosto 2020.

Il festival più popolare della città, Open Restaurants, si terrà a novembre o dicembre (TBT) e Open House si svolgerà dal 29 al 31 ottobre.

Fonte immagine: pixabay.com

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.