Prima notte di nozze: cosa succede realmente in camera da letto?

Nell’immaginario collettivo la prima notte di nozze è una nottata ricca di travolgente passionalità. Mi dispiace deluderti ma, nella realtà delle cose, non è esattamente così. Almeno non ai giorni nostri. La prima notte da sposati era speciale fino a qualche decennio fa. I fidanzati infatti ancora non avevano “consumato”, quindi era l’occasione per stare insieme da soli per la prima volta.

Oggi le coppie moderne hanno già abbondantemente consumato o addirittura già convivono, quindi la prima notte da sposati è un po’ meno speciale. Questo non significa che sia una notte priva di romanticismo ma, se stai per compiere il grande passo, sappi che spesso la stanchezza prende il sopravvento sull’eros.

Vale però la pena conoscere le tradizioni e tutti gli aspetti più peculiari che riguardano la prima notte da marito e moglie.

Le tradizioni della prima notte di nozze

Negli anni e nei secoli passati il fidanzamento imponeva delle regole estremamente rigide. I due fidanzati dovevano astenersi da qualsiasi rapporto sessuale e soprattutto la donna doveva arrivare all’altare completamente illibata. La convivenza era rigorosamente vietata e così la prima notte di nozze era realmente carica di aspettative per i novelli sposi.

Era tradizione un tempo esporre al balcone o alla finestra le lenzuola macchiate di sangue dopo la prima notte di matrimonio, proprio per accertare la verginità della donna, almeno fino a quel momento. Era una grande onta invece se le lenzuola erano perfettamente pulite, poiché significava che la donna aveva avuto rapporti ben prima del matrimonio.

Questa pratica, piuttosto barbara, fortunatamente oggi non esiste più.

Calo della libido? Colpa dell’alcol e dello stress!

Sia lui che lei, dopo la cerimonia, difficilmente avranno voglia di fare follie sotto le lenzuola. Quando entrerai nella camera da letto scaricherai tutto lo stress e la tensione accumulati durante quella giornata.

C’è poi un altro fattore che incide: l’alcol. Ogni ospite vorrà giustamente brindare con gli sposi, quindi è probabile che scorreranno fiumi di spumante o di champagne. Facile immaginare che arriverai a fine serata stanca, felicemente stressata ed anche un po’ brilla.

La situazione “peggiora” se hai organizzato un matrimonio serale. I festeggiamenti potrebbero prolungarsi fino all’alba, quindi a fine serata avrai solo voglia di buttarti a letto e fare una profonda dormita. Non preoccuparti, hai tutta una vita davanti per rifarti!

Una notte alternativa: condividi le emozioni con il tuo partner

Se non c’è la giusta energia per fare baldoria sotto le lenzuola, puoi sempre impiegare il tempo a letto in modo alternativo. Come? Puoi parlare della giornata con il tuo partner, condividere con lui le emozioni e ricordare tutti i momenti emozionanti e più divertenti della cerimonia.

Dai uno sguardo alle foto

Durante il trambusto del matrimonio forse non hai avuto modo di goderti i momenti più vivaci e frizzanti della cerimonia. Di certo però i tuoi amici hanno condiviso sui social foto e video del tuo matrimonio.

Puoi finalmente rilassarti e consultare i social e rivivere quella fantastica giornata tra foto e video, rispondendo anche ai messaggi di auguri delle persone che non sono potute venire ma che in qualche modo hanno voluto partecipare alla tua festa.

Prima notte di nozze: partenza immediata!

Alcune coppie decidono di partire immediatamente il giorno dopo il fatidico sì. In questi casi meglio passare la notte a dormire e recuperare le energie, altrimenti c’è il rischio di non sentire la sveglia e perdere l’aereo o il treno.

Inoltre potresti non avere avuto il tempo di ultimare tutti i preparativi. Dopo la cerimonia è quindi consigliabile verificare che le valigie siano pronte e di avere a portata di mano tutti i documenti, dal passaporto ai biglietti fino alla carta d’identità.

Foto: Pixabay

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.