Tradizioni matrimoniali nel mondo

0
769

“Non è vero ma ci credo”, è il mantra di tutti coloro che non sono superstiziosi, ma poi si lasciano condizionare dalle tradizioni popolari. In merito al matrimonio conosciamo tutti quelle classiche: qualcosa di blu, di vecchio, di nuovo, di prestato e di regalato. Perché non prendere spunto dalle tradizioni matrimoniali, originali e bizzarre, che ci arrivano dagli altri paesi del mondo? Sapete ad esempio che in Moldavia al posto del riso si lancia agli sposi del frumento? E che in Spagna il marito regala alla moglie 13 monete d’oro? In Grecia è di buon auspicio, per gli anni di matrimonio a venire, avere un paio di guanti e in uno di essi nascondere una zolletta di zucchero, che rappresenta la dolcezza che ci sarà fra i due sposi nel corso della vita matrimoniale.

E se nel matrimonio all’italiana siamo abituati a sorseggiare dell’ottimo vino durante il ricevimento, in Giappone consumano qualche sorso di alcolico già durante la cerimonia. Gli sposi sono invitati dal celebrante a prendere tre sorsi di saké in tre diverse tazze di dimensioni diverse, forse per noi risulterebbe un po’ strano farlo, ma potremo sempre proporre un brindisi con il saké durante il banchetto! Nel matrimonio indiano le mani e i piedi sono dipinti. Se decidessimo di seguire questa tradizione daremmo un’impronta particolare non solo al matrimonio, ma a tutto il nostro look. Usando la tecnica Mehendi si dipingono le mani e i piedi con disegni e decorazioni particolari, si tratta di un disegno scuro e molto misterioso, decisamente insolito per una sposa italiana il cui stile in genere tende a simboleggiare il candore.

Non in tutti i paesi del mondo il bianco è il colore associato alle nozze, in Cina si utilizza il rosso. Rosso ovunque, non solo l’abito, ma anche le decorazioni devono essere realizzate nel colore che rappresenta la gioia. E per finire la wedding cake con sorpresa come in Argentina, che farà felice soprattutto le invitate. All’interno si nascondono delle catenelle con dei ciondoli appesi, uno di questi deve essere però in tutto simile a un anello nuziale. Bisogna lasciare le catenelle che sporgano leggermente, perché le damigelle della sposa devono tirarne una ciascuna e colei che troverà la fede appesa si sposerà entro l’anno successivo!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.