7 posti insoliti per la proposta di matrimonio

La proposta di matrimonio deve essere il vero giorno speciale di una coppia. Il momento in cui l’amore tra i due raggiunge l’apoteosi. Negli occhi luminosi di entrambi, la gioia è incontenibile, e in pochi attimi da due si diventa uno e fuori è il nulla. CartOrange – il più grande network italiano di consulenti per viaggiare – ci fa sognare con sette luoghi insoliti, dove chiederla in moglie sarà davvero imprescindibile e indimenticabile. “Dormire immersi nella natura, nel deserto, oppure in un’abitazione tradizionale, magari ospiti di una famiglia locale, è qualcosa che lascerà uno dei ricordi più indelebili del viaggio – afferma Flavia Mingione, responsabile Viaggi CartOrange –. Meglio però non affidarsi al fai da te: e rivolgersi a un consulente per viaggiare. Solo così si può accompagnare la voglia di insolito con un servizio di altissimo livello, in completo relax». Ecco quindi le sette proposte più curiose per una notte da veri viaggiatori “in love”.

Una notte al museo, per una lei appassionata di cultura. Si può sperimentare in Perù, al Museo Archeologico Antonini di Nazca, che è gestito dal Centro Italiano Studi e Ricerche Archeologiche Precolombiane. È uno dei musei più belli del Perù, con guide entusiaste che sapranno farvi avvicinare al meglio alla cultura di Nazca. Si può dormire nelle camere confortevoli lasciate libere dai ricercatori ed è da visitare lo splendido giardino botanico, vera oasi nel deserto per piante e animali esotici.

Una notte nel deserto, se siete dotati di spirito d’avventura. L’esperienza in un campo tendato fra le dune, sotto le stelle, rimane nel cuore di chiunque. In Perù, nella Riserva di Paracas, il mare si incontra con un deserto, come in India, nel Rajastan, e in Giordania. La sistemazione è un po’ spartana, ma le emozioni che si provano sono davvero indimenticabili.

Una notte sull’acqua, per una lei amante del mare. La Baia di Ha Long nel Golfo del Tonchino, in Vietnam, è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco per l’eccezionale panorama costituito da 2.000 isolette punteggiate di grotte. Qui si può dormire in barca e vivere sull’acqua, come gli abitanti di questi villaggi di pescatori, immersi in una natura incontaminata.

Una notte sugli alberi, per gli eterni Peter Pan. È possibile realizzare questo sogno, che fa tornare tutti un po’ bambini. Il resort 98 Acres a Ella, sui monti dello Sri Lanka, è immerso in un ambiente eccezionale, fra piantagioni di tè e cascate. I suoi chalet sono tutt’uno con gli alberi e sono dotati di tutti i comfort, per un’esperienza completa di benessere.

Una notte nella Storia, per coppie fuori dal coro. La vocazione di CartOrange per i viaggi culturali, a profondo contatto con la storia dei luoghi, ha portato a selezionare alcune esperienze esclusive. In Albania, ad Argirocastro, chiamata “la città di pietra”, si può dormire nelle kule, le case-torri ottomane. In Uzbekistan si può passare la notte in una madrasa, antica scuola coranica oggi riconvertita in hotel. O ancora, in Sri Lanka, c’è la Heritance Tea Factory, ex fabbrica di tè a 2.000 metri di altitudine, dove la tazza delle 5 o’clock avrà un gusto irripetibile. In Portogallo, infine, alloggiare nelle caratteristiche pousadas consente di immergersi nella cultura portoghese. Le pousadas, 40 in tutto il Paese, sono piccoli hotel situati in edifici di interesse storico ed ex conventi. CartOrange propone il soggiorno al Palacio do Freixo a Porto. Costruito a metà del XIX secolo, è uno degli esempi più belli di architettura barocca portoghese: la facciata è stata dichiarata monumento nazionale nel 1910. La posizione è panoramica, con vista sul fiume Douro, ma anche strategica per visitare la seconda città del Portogallo, Porto. E la Spa è perfetta per rilassarsi a fine giornata e porgerle l’anello di fidanzamento.

Una notte con vista, se gli aggettivi che più vi descrivono sono eleganza e lusso. Niente dà la sveglia come la vista su un panorama mozzafiato. The View, in Oman, è un hotel ecosostenibile perfettamente integrato nel paesaggio delle montagne di Jabal Shams: vi verrà subito voglia di partire per un trekking avventuroso. Così come un resort al Machu Picchu, in Perù: il Belmond Sanctuary Lodge, che davvero  ridefinisce il concetto di “camera con vista”.

Una notte come la gente del posto, per coppie che amano mettersi nei panni degli altri. “Se vivere come la popolazione locale è l’esperienza più autentica che si possa fare in ogni viaggio, allora dormire ne rappresenta il momento più intenso”, assicura Flavia Mingione. E allora perché non sperimentare il pernottamento nei  ryokan? Nelle case tradizionali giapponesi in legno, arredate con tatami e futon, si viene accolti con tè di benvenuto e si può provare il bagno caldissimo nella vasca in legno di cipresso (ofuro). Si può provare anche l’esperienza in una casa particular a Cuba, una casa privata dove si è ospiti di una famiglia, che si occupa di pochissimi turisti alla volta e condivide con loro il proprio stile di vita. Non sarà facile dimenticare  il soggiorno in una fattoria della Nuova Zelanda. Immersi nella natura, lontano dalla città, sarà impagabile immergersi nella vita di campagna, senza dimenticare il comfort: le proposte di CartOrange vanno dai lodge della catena Annandale, affacciati sul mare, alla Kawatea Farmstay a Okains Bay, nel sud del Paese.

Di seguito la gallery dei luoghi citati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.