Partecipazioni scritte a mano per il matrimonio, sofisticate ed eleganti

Non c’è niente di più sofisticato, romantico ed elegante delle partecipazioni scritte a mano per il matrimonio. Nel colorato e accogliente laboratorio in provincia di Milano, mentre lavora con pennini, inchiostri, guazzi, carta e pennelli, incontriamo la calligrafa Silvia Mandelli. Riservata e schiva, la bookbinding meneghina, ci racconta l’esperienza di vita che l’ha condotta a studiare l’arte della calligrafia. Un lavoro romantico e dal sapore retrò: “Il prodotto fatto a mano è “realizzato” e per fare questo ci vuole del tempo. È un atto di cortesia, che ha il sapore d’altri tempi”.

Quando e come, scrivere è diventata la sua professione?

La scrittura non è solo parte del mio lavoro, ma è anche un mondo in cui rifugiarsi. È la ricerca della bellezza nel quotidiano. La mia è una storia semplice: un po’ come spesso succede nella vita, non sono stata io a decidere cosa fare ma la calligrafia ha praticamente trovato me. Ero un architetto paesaggista, fino a 5 anni fa, quando a causa di problemi familiari, ho dovuto trovare un impiego che mi permettesse di lavorare da casa. Ho sempre avuto una bella grafia, la mia generazione credo sia stata l’ultima ad aver imparato a scrivere bene alle scuole elementari. Ho iniziato a scrivere indirizzi sulle buste per le agenzie che organizzavano eventi, e la cosa mi ha appassionato. Ed è così che ho iniziato a studiare e ho scoperto il mondo della calligrafia.

Quante tipologie di scritture e caratteri propone nel suo laboratorio calligrafico, per le partecipazioni scritte a mano?

La scrittura è spesso proposta dagli sposi che mi portano campioni e mi chiedono se è possibile realizzarli. Di mio propongo il Copperplate e l’Italico e le loro variazioni, che trovo essere i più adatti alle partecipazioni di nozze.

Oltre alle romantiche partecipazioni scritte a mano – le mie preferite sono quelle in pizzo – quanti altri prodotti e idee offre ai suoi clienti?

Ogni prodotto è unico! Gli oggetti che realizzo nascono da un progetto creato insieme agli sposi. Non esiste un vero e proprio catalogo, ma una decina di modelli da cui far partire il lavoro. Oltre alle partecipazioni, mi occupo di tutto ciò che viene scritto all’interno dell’evento, quindi segnaposti, tableau, menù, libretto cerimonia, e tanto altro.

Perché scegliere le partecipazioni scritte a mano e non quelle preconfezionate?

Ritornare alla penna stilografica o alla cannetta e pennino, può sembrare una follia nell’era del computer. Ma proprio perché non siamo più abituati a vedere cose scritte a mano, vedere una scrittura a mano sorprende sempre piacevolmente.

[wonderplugin_gallery id=”128″]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.