LEGGEREZZA TUTTA AL MASCHILE PER LA PRIMAVERA/ESTATE 2016 DI ARMANI

“Datemi della materia e con essa creerò un mondo”. Armani interpreta Immanuel Kant per la sua collezione maschile delle prossime stagioni dei fiori e dell’amore. Da sempre l’universo di Re Giorgio rappresenta una visione estetica precisa. L’espressione chiara e concisa di un pensiero, che pone al centro l’individualità, e la creazione di uno stile deciso a rispondere soltanto a se stesso. È da questa riflessione, caratterizzata dalla coerenza e, insieme, da una sottile capacità di cambiamento, che trae origine la nuova collezione uomo Giorgio Armani per la Primavera/Estate 2016. Pervasa da un senso di serenità, da un’eleganza rilassata e silenziosa che dà vita a una silhouette soft, quasi liquida.
Una forma di delicatezza che va in direzione opposta rispetto all’esibizione aggressiva di oggi. Il risultato è una serie di capi artigianali e preziosi, contraddistinti da una grande precisione della fattura e da un gusto cosmopolita e disinibito: un mélange sofisticato di segni, trame e texture, che prende vita grazie a una palette cromatica inedita e vibrante. Dove scorrono nuances color carne, azzurri nuvola desaturati, grigi sfumati che cedono il passo a toni mauve, concludendo in un’armonia di sete lavate color glicine, intervallate ritmicamente dal blu inchiostro. Fondamentali, come sempre, nella moda di Giorgio Armani, sono i tessuti, frutto di una ricerca capillare.
Nella collezione superfici svuotate e seriche, alternate a lane con disegni check dal classico sapore inglese, ma attualizzate da lavorazioni che rendono la superficie screziata e décontracté. Gli accessori, accento del momento, sono realizzati utilizzando tecniche artigianali complesse, per recuperare esperienze tipiche del Made in Italy, abbinandole a un design contemporaneo. Insomma, cari uomini, futuri sposi, testimoni o invitati, sarete piuttosto sexy, se indosserete un capo della nuova collezione del re della moda. “Perché la moda d’autore declina il pensiero di uno spirito libero, che respinge le finte regole delle esigenze mediatiche”. Giorgio Armani docet.
MASCULINE LIGHTNESS FOR GIORGIO ARMANI’S S/S 2016 COLLECTION
The Armani universe has always shown a clear aesthetic vision. It clearly and concisely expresses a mindset, that focuses on individuality and the creation of a self-sufficient style, that doesn’t take notice of trends. Reflection on this vision, which emphasises consistency and, at the same time, a keen ability to change, has inspired the new Giorgio Armani menswear collection, which is imbued with a sense of calm, a relaxed and understated elegance, that leads to soft, almost fluid silhouettes.
Here is a form of delicacy that goes against the aggressive, ostentatious displays we commonly see today. The result is a fine array of tailored garments featuring accurate craftsmanship and possessing a cosmopolitan, confident spirit: a sophisticated medley of signs, patterns and textures, that comes to life with a new and vibrant colour palette. Shades of nude, faded dusty blue and mellow grey give way to hints of mauve, which flows into harmonious blends of lavender in washed silk, rhythmically alternating with ink blue. As in all Giorgio Armani fashion collections, fabrics are key.
The result of extensive research, the collection alternates clean, silky surfaces with checked wool fabrics with a classic british feel, reinterpreted with special finishes to give them a mottled, relaxed look and a contemporary flair. A highlight of the look is the range of accessories, made using complicated artisan techniques that uphold the traditional expertise of ‘Made in Italy’, combined with modern design. Signature fashion expresses the mindset of a free spirit that rejects all fake rules set by a media consensus. The mindset of Giorgio Armani.

Raffaella Maffei
Sono una wedding-addicted. Coltivo la mia passione per la scrittura e il giornalismo, da quando ho imparato a scrivere le vocali. Ho collaborato con numerosi quotidiani e riviste nazionali e locali, testate online e con alcune trasmissioni di La7, Rai e Mediaset. Ho lavorato come ghostwriter e per il cinema. Porto addosso le storie raccolte durante gli anni in cui mi occupavo del welfare italiano, il terzo settore, dove i sogni e i desideri sono rivolti solo alla sopravvivenza. Poi, ho conosciuto coppie di novelli sposi anche nei campi profughi... Amor omnia vincit!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.