Abiti da cerimonia stravaganti da Alice nel Paese delle Meraviglie

Oggi vi presentiamo abiti da cerimonia davvero stravaganti. Abbiamo sognato con Alice e l’abbiamo vista in tutte le sue sfumature. Ultima al cinema, quella di James Bobin – sotto la produzione di Tim Burton – dove il Tempo prende forma. E se il tempo infinito, che ci promettiamo il giorno del “sì, lo voglio”, avesse come tema Alice e il Paese delle Meraviglie? La sua vita ispira a sognare sempre. Sei studenti dell’Istituto Marangoni Milano, in collaborazione con Disney Italia, hanno creato 10 look ispirati proprio al film Alice attraverso lo specchio. Uno da giorno e uno da sera dedicati ad Alice, il Cappellaio Matto, la Regina Bianca, la Regina Rossa e il Tempo.

Il punto di partenza di ciascun modello è il colore. I cinque personaggi principali sono rappresentati da una precisa tonalità, che rispecchia la loro personalità, ma anche il loro stile. Ogni capo è caratterizzato da elementi teatrali, come volants e plissettature, uniti a dettagli più trendy, stampe e textures originali. L’obiettivo è coniugare la creatività e la stravaganza del progetto. Nathalie Brasser, Elena Faccio, Apurva Kulkarni, Huiyang Lu, Mereke Maralova e Shao-yu Wang, sono i nomi dei sei studenti coinvolti, partecipanti del master Fashion Elite. Riservato a 12 eccellenti candidati l’anno.

C’è chi definisce gli abiti “di perfetta portabilità, pensati anche per essere acquistati in una boutique”. Noi li riteniamo piuttosto audaci, ma tanto affascinanti. Adatti a un vero evento, un matrimonio perfetto, bello, che susciti gioia, allegria e lasci tutti stupiti… Meglio ancora meravigliati! Proprio alla prima del film, abbiamo conosciuto Teresa Chirico, eventplanner e le abbiamo chiesto qualche suggerimento. “Il primo passo sarà scegliere la location giusta – dice – sicuramente un giardino all’inglese dove. Su un tappeto erboso verde brillante, si allineano pergolati di legno, ricoperti di fiori e piante rampicanti. Servono a fare ombra a un tavolo imperiale, proprio come quello del cappellaio matto”.

“Lo stile dell’arredamento è senza dubbio un rivisitatissimo shabby – continua – molto chic in chiave inglese. Una mise en place originale. Al posto dei vasi di fiori, teiere di porcellana, da cui occhieggiano rose e ortensie, alternate da scatole di latta simili ai porta-the. anche queste offrono profumatissimi fiori recisi, per armonizzare altezze e colori. Orologi da taschino come ferma tovaglioli. Colori tenui, un po’ retrò. Ma è il tablaeu il biglietto per i sogno, da cui, come in una vetrina inglese, si affacciano bottigline di cristallo, con su scritto ‘drink me’ e scatoline di maccarons Laduree”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.