Intervista a Diego dalla Palma

Diego Dalla Palma: look maker, esperto d‘immagine e conduttore televisivo. Definito dal New York Times “il profeta del makeup made in Italy”. Dal 31 gennaio è su Rete 4 con Nessuno mi può giudicare. L’essenza della bellezza è la sua musa ispiratrice, capace di cogliere il particolare anche nell’ordinario. “Chi mi conosce sa che non approvo interventi, ritocchi e quant’altro. Amo i volti che raccontano la propria storia”, dice.
Cosa caratterizza il tuo lavoro principalmente?
Mi occupo d’immagine, questo però non mi ha impedito di formare una “mia coscienza”, un mio modo di interpretare e di sentire la bellezza. Indubbiamente, mi rendo conto che talvolta non è facile, ma sono sempre stato un “combattente” e sono sempre andato controcorrente. Quindi significa, solo ed esclusivamente, cercare la personalità e farla emergere.
Tre aggettivi che descrivono una sposa secondo Diego Dalla Palma.
Raffinata, vera, semplice e luccicante, deve avere la “luccicanza”, negli occhi.
Cosa  preferisci evidenziare nel volto di una sposa?
L’ideale è privilegiare i punti di forza. In seguito entra in gioco la parte più tecnica. Il trucco deve mirare a far apparire più bello il viso e, affinché questo sia possibile, deve essere in sintonia con il colore della carnagione, dei capelli, degli occhi e quindi della tipologia cromatica.
E cosa suggerisci alle spose per la cura dei capelli?
Di prendersene cura diverso tempo prima dell’evento matrimonio, perché devono essere sani, naturalmente belli e lucidi. Quindi, vanno tagliati o spuntati di fresco ed essere corposi, soprattutto se lunghi.
Quali sono le acconciature per la primavera/estate 2015?
Il must è la classica coda di cavallo, che traslata nelle pettinature da sposa può significare code di tanti tipi differenti. Amo molto il raccolto, a maggior ragione se si tratta di una pettinatura da cerimonia. Per essere impeccabili, l’acconciatura è determinante. Per scegliere quella giusta tenete in considerazione sia lo stile dell’abito, sia i lineamenti e la personalità. Per chi ama l’eleganza semplice, i capelli possono essere raccolti in un’acconciatura a banana, o in uno chignon con un ciuffo aderente sulla fronte. Se volete un look romantico scegliete acconciature con ricci morbidi, possono essere raccolti parzialmente, lasciando cadere alcune ciocche intorno al viso e sulle spalle, oppure attorcigliati morbidamente dietro la nuca, fermati da una treccia molto lenta e indefinita. Per accentuare l’aria romantica potete completare con piccoli fiori bianchi o, in alternativa, con piccole piume nei toni pastello. Anche se i capelli sono corti si possono pettinare all’indietro, fermandoli con un elastico e decorandoli con fiori freschi, se sono cortissimi, pettinateli con una riga di lato utilizzando una dose abbondante di gel o di cera per farli aderire perfettamente alla testa e come accessorio, potete calzare una retina di cotone grosso a trama larga oppure definite la riga con una matita bianca e cospargetela di brillantini color argento.
[wonderplugin_gallery id=”68″]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.