MICHELE MAGNANI MAKEUP ARTIST SENIOR MAC

Michele Magnani makeup artist di Mac è un vero e proprio guru, i suoi occhi, le sue mani e soprattutto i pennelli sono gli strumenti principali che contribuiscono a rendere ogni sua creazione unica. Si descrive come antipatico, brutto e vecchio, ma e  innamorato del suo lavoro.
Quali sono a tuo parere gli strumenti essenziali per un bravo truccatore?
L’umiltà a prescindere da tutto. In secondo luogo l’udito, ovvero il saper ascoltare chi ti è davanti, celebrity, signora o stilista. Saper interpretare le richieste è fondamentale. È importante rispettare e notevole saper tirar fuori il bello di una persona, il suo modo di essere e di vivere.
Stesso discorso per le spose?
Indubbiamente! Ogni sposa ha una storia diversa ed è giusto che le sia dedicato un percorso individuale. Idem per mamme e nonne. È una sfida far emergere il bello da una pelle non più elastica e giovane, è una delle più grandi soddisfazioni per un makeup artist.
Ti è capitato di truccare più spose che prediligevano un trucco naturale o spose eccentriche?
Un 50 e 50. Mi è capitato di realizzare smokey eyes molto marcati e intensi o labbra dipinte di nero. Spesso queste donne allestiscono delle vere e proprie cerimonie spettacolo o semplicemente, vogliono stupire o sfidare le amiche. Per fortuna non mi è capitato di truccare in stile sposa cadavere, almeno in Italia non è arrivata ancora questa moda, però ho davvero visto di tutto, addirittura scorpioni.
Quando trucchi una sposa su quale parte del viso ti concentri principalmente?
La pelle. È fondamentale che sia perfetta e sobria, deve esaltare la naturalezza e la veridicità di un volto. Cerco di tirar fuori la luminosità e i volumi. Consiglio sempre di non interrompere i trattamenti di bellezza, scrub e creme idratanti che si devono interrompere solo 3-4 giorni prima. Ma anche gli occhi sono importantissimi, perché devono rispecchiare lo stato d’animo di quel momento. Il trucco deve evidenziare uno sguardo romantico e sognatore.
C’è una differenza tra il makeup sposa estivo da quello invernale?
Sicuramente nell’applicazione di prodotti a lunga o meglio lunghissima tenuta, prolong e senza dubbio a prova di lacrima, waterproof. Poi nelle tonalità dei colori. Più caldi d’estate, freddi d’inverno. Un altro consiglio per le donne che scelgono una cerimonia estiva è quello di far attenzione all’abbronzatura. Sì a un colorito dorato, assolutamente vietata l’abbronzatura selvaggia, c’è il rischio di un distacco netto dal colore dell’abito e di apparire grigie in foto.
E per lo sposo quali sono i segreti per apparire al meglio?
L’uomo di natura è più pigro della donna. Il consiglio è quello di curare la pelle. Idratarla con creme adeguate, fare una buona alimentazione e bere tanta acqua. Magari un correttore tono su tono, per coprire eventuali occhiaie; la cipria trasparente per opacizzare la zona T, la zona centrale del volto. Un altro mio consiglio sia per lui che per lei, è quello di applicare la crema idratante sulle mani almeno un mese prima dalle nozze. Le mani durante lo scambio degli anelli e nell’album dovranno apparire molto curate.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.