Irene Greco: fiori freschi tra i capelli della sposa

0
2115

(di Floriana Langella) – Parola a Irene Greco hair stylist e conduttrice del programma televisivo Hairstyle su Real Time. Una passione iniziata a tredici anni con la pittura, poi “un giorno, sfogliando una rivista, ho visto i seminari di Coppola – racconta – e mi sono detta: devo intraprendere questa strada, voglio andare a Milano, voglio lavorare nel mondo della moda e delle sfilate”. Lo ha fatto, in seguito ha deciso di mettersi in gioco e dare vita a qualcosa di suo, insieme ad altri soci ha creato il celebre brand milanese Charme&cheveux.
Quali sono i consigli per idratate i capelli in questo periodo estivo?
Io consiglio una buona detersione con prodotti specifici, creme o spray. Dobbiamo ripristinare quello che il sole toglie, proprio come succede alla pelle. Se si sta in spiaggia è meglio usare anche il cappellino di paglia, protegge la struttura del capello e non fa sbiadire il colore. Il prodotto che consiglio sempre è l’olio di Argan: si può usare come impacco, per riparare il capello dopo l’esposizione al sole o solo alcune gocce dopo l’asciugatura, per donare lucidità e idratazione. È consigliabile soprattutto per quelli crespi e ricci, che sono i più sofferenti.
Quali sono le nuove tendenze di quest’estate per l’acconciatura sposa?
In realtà non ci sono delle tendenze specifiche, ma c’è un’attenzione in più verso lo stile individuale della persona. In questo periodo mi piace fare una variante, nella fase della cerimonia un raccolto più rigoroso, mentre per quanto riguarda la seconda parte della giornata, ovvero il rinfresco, faccio un cambio: un capello sciolto, con delle extensions in modo che sia tutto più morbido, anche per non avere il capello tirato per tutta la giornata.
Quali sono i consigli per non sbagliare un acconciatura per una sposa?
Cerco di non esagerare, infatti evito gli accessori, tipo: spilloni, perle, swarovski, perché mi danno l’impressione di essere un po’ finti, invece, mi piace una coroncina. Per un buon risultato però si deve fare un lavoro di squadra, si parte dall’abito scelto e da lì si decide l’acconciatura e il trucco: l’armonia deve essere rispettata. Non si può fare un’acconciatura super moderna e poi l’abito è romantico. Propongo sempre alle spose la semplicità, di creare qualcosa di importante per quel giorno, ma vicino alla loro natura.
Hai mai avuto una o più richieste bizzarre da parte della sposa?
Sì, accade spesso, ci sono spose troppo stravaganti, che però cerco di ripulire e rendere più semplici, perché non riesco a fare una cosa che non sento mia. Tra le più insolite, mi è capitata una sposa che voleva una cresta, ma aveva un abito romantico: era un enorme contrasto! Tra i vari appuntamenti ho cercato di trovare un via d’incontro, tra quello che desiderava lei e quello suggerito da me: un accenno di cresta e siamo state entrambe contente del risultato.
Questo mese lo dedichiamo ai profumi e ai fiori, le piace questo stile? Cosa consiglia?
Amo la sposa con i fiori freschi in testa, è molto delicata, poi siamo provvisti da un’infinità di fiori da utilizzare e da poter abbinare, ma non si deve eccedere. Nella prima fase, consiglierei un chignon con l’applicazione di fiori. Nella seconda, un’acconciatura sciolta portata di lato, o sciolti con una coroncina o una treccia, tutte le varianti ovviamente decorate di fiori. Per avere armonia, li sceglierei in base allo stile della location e del matrimonio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.